Salta al contenuto principale

IL COLORE DEGLI OCCHI? È LEGATO A 50 GENI

In base a quanto emerso dallo studio, la genetica del colore degli occhi umani sarebbe molto più complessa di quanto si pensasse in precedenza: il team di ricercatori, guidati dal londinese King’s College e dall’Erasmus University Medical Center di Rotterdam, ha identificato, in una delle più vaste indagini del suo genere sino a oggi, 50 geni che ne sono responsabili, alcuni dei quali erano già stati scoperti ma messi in relazione con la tonalità della pelle o dei capelli. La ricerca ha analizzato i dati di quasi 195 mila persone in Europa e in Asia. «Questi risultati aiuteranno a migliorare la comprensione delle malattie come il glaucoma pigmentario e l'albinismo oculare, in cui i livelli di pigmento giocano un ruolo chiave - si legge in una nota sul sito del King’s College - E potrebbero essere utilizzati anche in ambito antropologico e forense per capire il colore degli occhi di un individuo analizzandone il Dna».

Gli esiti hanno, inoltre, evidenziato che le popolazioni europee mostrano la più ampia varietà di colorazioni dell’iride, dall’azzurro chiaro al marrone scuro, che geneticamente è simile alle numerose gradazioni di marrone degli asiatici.

Secondo quanto riportato dal portale dell’università di Londra, lo studio si basa su ricerche precedenti in cui gli scienziati avevano identificato una dozzina di geni legati al colore degli occhi, convinti che però ce ne fossero molti di più, mentre in passato si pensava che la variazione cromatica fosse controllata da uno o due geni appena, con gli occhi marroni dominanti sugli occhi blu.